• Welcome to ACFFiorentina.eu - forum of Fiorentina supporters, Fiorentina forum.
 

La settimana di riposo sotto Europei (10-16.06)

Started by Chiesa, 10/06/24, 12:09

Previous topic - Next topic

0 Members and 2 Guests are viewing this topic.

Chiesa

Milenkovic, un Europeo per dimenticare le difficoltà. Ma che fare con lui?

Milenkovic e la sua Serbia vogliono scrivere la storia del proprio paese. Ma dopo la Germania c'è il ritorno a Firenze, con tante domande

Per la Serbia questo non è un Europeo come gli altri, è un evento storico. Infatti post disgregazione della Jugoslavia la nazionale aveva partecipato ad una sola edizione degli Europei, nel 2000, quando però anche il Montenegro era accorpato. Per Milenkovic e compagni sarà una grande responsabilità, a partire da oggi contro l'Inghilterra. Per il centrale viola però sarà anche una grande occasione per "dimenticare" un'annata nel complesso negativa. La squadra è piena di talento, ma spesso i serbi hanno dimostrato di mancare in unione e coesione

Il ritorno a Firenze, fra dubbi e speranze

Dopo la rassegna tedesca, e un po' di vacanza, Milenkovic tornerà a Firenze. Dove si appresta a vivere l'ennesimo ritiro in maglia viola. In tanti però si stanno facendo delle domande su di lui, cosa farne? Davvero è il calciatore che merita lo stipendio più alto della rosa (3 milioni l'anno). I suoi 7 anni a Firenze sono stati un'altalena, un inizio folgorante, con grandi premesse e big europee su di lui, come Atletico e United. Poi l'assestamento su buoni livelli, e l'arrivo di Italiano. Con il tecnico il feeling a livello umano è stato ottimo, tanto che grazie a lui Milenkovic è rimasto a Firenze. Ma nel triennio non è mai riuscito a fare lo step decisivo, e anzi, nell'ultima stagione è sembrato involuto, incapace di migliorare le proprie mancanze.

Adesso c'è Palladino, e di conseguenza un cambio di sistema. L'attenzione del popolo viola si è concentrata sul numero 9, ma uno dei compiti principali di Palladino sarà proprio capire cosa fare col serbo, e nel caso riuscire a fargli fare il passettino decisivo. A Monza è riuscito a recuperare Pablo Marì, fallimentare nell'esperienza all'Arsenal, e sufficente a Udine, e a tirare fuori il potenziale di Carboni. Entrambi molto diversi da Milenkovic, ma ritrovarlo come vero leader della difesa sarebbe un grande inizio. Ma tutto questo dopo l'avventura con la sua Serbia, e lotte con numeri 9 del calibro di Harry Kane

Niccolò Meoni
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Chiesa

Rossi, Borja e... Sorloth? Quando la Fiorentina pesca dal Villarreal

Villarreal e Fiorentina, il ricordo delle trattative tra le due squadre. Dal sottomarino giallo sono arrivati giocatori diventanti grandi in viola

Il Villarreal, squadra che negli anni è stata un bacino di talenti dove la Fiorentina ha pescato più e più volte. Tanti sono stati i giocatori di proprietà del sottomarino giallo che nelle passate stagioni hanno sposato il progetto viola, diventando dei veri e propri pupilli per i tifosi della Fiorentina.

Gli affari andati in porto tra le due squadre hanno portato a vestire la maglia viola a giocatori come Borja Valero, Gonzalo Rodriguez e Giuseppe Rossi. Il centrocampista spagnolo, arrivato per 7 milioni di euro nel 2012, ha vestito la maglia della Fiorentina per 186 volte e siglando 14 goal, lasciando un ricordo indelebile per tifosi viola. Il centrale argentino ed ex capitano gigliato, arrivato per 1,5 milioni sempre nel 2012, è andato in campo 159 volte e segnato 22 goal. L'ultimo acquisto fatto dalla dirigenza viola è stato il talentuoso quanto sfortunato Giuseppe Rossi. L'attaccante italiano arrivato nel 2013 per 9 milioni è andato in campo 34 volte siglando 16 goal.

Sarà Sorloth il prossimo a vestire la maglia viola?

Il nome di Sorloth ormai lo conosciamo quasi tutti, 29 anni a dicembre, 1,95 metri e 23 gol nell'ultima Liga. Il valore su Trasfermarkt è di circa 25 milioni di euro. Di concreto non c'è ancora nulla, siamo all'interessamento segnalato da più fonti, ma un suo ipotetico acquisto potrebbe risolvere dopo anni il problema del centravanti.

Lorenzo Pierli
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Chiesa

- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Chiesa

Dalla Francia: anche la Fiorentina interessata ad Akor Adams del Montpellier

La Fiorentina cerca un centravanti, l'ultima idea potrebbe essere quella di Akor Adams del Montpellier

Un nome nuovo per l'attacco della Fiorentina. Come scrive il giornalista franco-nigeriano Ojora Babatunde, ci sarebbe anche il club viola sulle tracce di Akor Adams, attaccante nigeriano del Montpellier. Acquistato un anno fa dalla squadra francese con grandi aspettative dal Lillestrom, aveva iniziato molto bene la stagione calando vertiginosamente nelle seconda parte. Il suo score in Ligue 1 è stato di 8 gol in 32 presenze, sulle sue tracce c'è anche il Fenerbahce.

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Chiesa

"Ma perché un si compra noi?" – Weghorst, il bomber di scorta che fece sbroccare Messi

Wout Weghorst è il secondo profilo analizzato in questa nuova edizione della rubrica "Ma perché un si compra noi?"

Come fatto durante il Mondiale del 2022 in Qatar, anche per gli Europei 2024 in Germania la redazione di Violanews.com vi accompagnerà ogni giorno con un protagonista di una delle nazionali impegnate in campo. Con un approfondimento su un calciatore che potrebbe fare al caso della Fiorentina. Tra il serio e il faceto, vestiremo i panni di osservatori, vagliando una serie di profili scelti non tra i più attesi alla vigilia, ma tra coloro che si guadagnano la ribalta sfruttando la vetrina più prestigiosa, quella sognata da ogni calciatore del Vecchio Continente.

Disclaimer

Avviso a lettori e 'naviganti': il contenuto di questo articolo non prende spunto da indiscrezioni o rumors di mercato, trattasi piuttosto di un semplice gioco. Un "fantamercato" per seguire insieme l'Europeo e prepararci alla finestra di trasferimenti estiva.

Ma perché un si compra noi?

Divenuto celebre per quel "Que miras bobo?", Wout Weghorst è molto di più. Rewind: 9 dicembre 2022, quarti di finale del Mondiale in Qatar. L'Olanda è sotto 2-0, praticamente fuori, poi al 78° entra lui: prima un gran colpo di testa, poi uno schema su punizione dal limite riuscito perfettamente al minuto 101 costrinsero l'albiceleste a soffrire e guadagnarsi la semifinale soltanto ai calci di rigore. Polemiche, provocazioni, post gara infuocato con Messi che durante l'intervista punta Weghorst con la frase divenuta virale "cosa guardi scemo?" rivolto proprio all'attaccante olandese che lo stava fissando. L'essenza del pennellone olandese è questa: entro e risolvo problemi. Per questo Koeman difficilmente se ne priva, soprattutto a gara in corso, e anche oggi contro la Polonia al primo pallone toccato è stato decisivo. Palla dentro di Frimpong, zampata mancina e vittoria degli Oranje.

La carriera di Weghorst

Classe 1992, si mette in mostra prima all'Emmen (seconda serie olandese), poi all'Heracles Almelo prima della chiamata dell'AZ Alkmaar a 24 anni. In due stagioni con i bianco-rossi segna 45 gol in 86 presenze attirando l'interesse del Wolfsburg che lo acquista nel 2018 per circa 10 milioni di euro. L'impatto con la Bundesliga è ottimo: 17, 16, 20 gol nelle prime tre stagioni con i lupi, poi nel gennaio 2022 passa al Burnley e ne segna solo 2 in metà stagione, culminata con la retrocessione in Championship. Passa dunque in prestito prima al Besiktas, dove ritrova continuità di gol, poi al Manchester United del connazionale Ten Hag senza troppa fortuna (zero reti in Premier, 2 totali in sei mesi), infine l'esperienza sempre in prestito all'Hoffenheim. Ma se negli ultimi due anni è mancata la costanza con i club, in nazionale è sempre stato un punto fermo. Ovviamente a gara in corso...

Caratteristiche tecniche e valore

Non certo velocissimo, nemmeno troppo tecnico (anche se negli ultimi anni è riuscito a limare qualcosa), Weghorst rappresenta il centravanti "tipo" del gioco di Palladino. A Monza il tecnico viola ha avuto Petagna e Djuric come riferimenti offensivi, se a Firenze potesse contare sull'olandese sarebbe un discreto upgrade. Centravanti vecchio stile, abile nel gioco aereo (grazie ai suoi 197 centimetri d'altezza) e nelle sponde, ma spesso letale negli ultimi sedici metri, può rappresentare un affare. Ancora sotto contratto con il Burnley fino al 2025, può liberarsi con pochi milioni di euro vista la nuova retrocessione in Championship dei Clarets. Una nuova rinascita? Perché no, un pensiero la Fiorentina non può non farcelo...

Pier F. Montalbano
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Chiesa

Euro2024: Serbia-Inghilterra 0-1. Milenkovic tiene botta ma non basta

Un gol di Bellingham basta all'Inghilterra per avere la meglio della Serbia. Il difensore viola soffre l'inizio travolgente della nazionale di Southgate, poi prende le misure a Harry Kane e chiude la sfida senza troppi errori. Nel secondo tempo la Serbia riemerge, sfiora il pari con Vlahovic ma il gol non arriva e la sfida termina con il risultato di 0-1.

SERBIA (3-5-2): Rajkovic; Veljkovic, Milenkovic, Pavlovic; Zivkovic, Milinkovic-Savic, Gudelj, Lukic, Kostic; Vlahovic, Mitrovic. Ct: Stojkovic.

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones, Guehi, Trippier; Alexander-Arnold, Rice; Saka, Bellingham, Foden; Kane. Ct: Southgate.

Europei: Giornata 1
Serbia 0-1 Inghilterra (13' J. Bellingham)

Redazione VN
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO