• Welcome to ACFFiorentina.eu - forum of Fiorentina supporters, Fiorentina forum.
 

Italiano: “Abbiamo sostituito, non aggiunto. Igor non ci sarà, l’obiettivo…”

Started by Chiesa, 13/08/22, 13:47

Previous topic - Next topic

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Chiesa

Italiano: "Abbiamo sostituito, non aggiunto. Igor non ci sarà, l'obiettivo..."

Poche ore all'esordio stagionale dei viola

Primo impegno ufficiale per la Fiorentina targata 2022-2023: si parte con la Serie A, si parte con Fiorentina-Cremonese allo stadio Franchi. Vincenzo Italiano, tecnico viola, affronta la prima delle 38 conferenze stampa della vigilia e Violanews.com vi propone la diretta testuale delle parole dell'allenatore.

Tante partite in pochi giorni - "Ogni volta che si riparte è come se fosse la prima. Domani inizia il campionato, in settimana siamo stati concentrati solo su questo, vogliamo partire col piede giusto davanti a tanti tifosi. Ci saranno settimane in cui potremo lavorare meno, in cui tutti dovremo essere pronti. Lo facevamo l'anno scorso, figuriamoci adesso...".

Portiere - "Loro lo sanno, dobbiamo cercare di avere più partite possibili, con tutte le nostre forze. Più partite si hanno, più giocatori coinvolgiamo. Non ho ancora deciso, ma mi auguro di poter dare spazio a tutti. Il portiere è diverso, ma anche in quel ruolo l'alternanza è possibile".

Miglioramenti e mercato - "Qualcosa in più ce l'abbiamo, ci portiamo dietro un anno di lavoro e ci riconosciamo più velocemente nella nostra identità. Abbiamo sostituito chi è andato via, non abbiamo aggiunto, ma sono arrivati giocatori di qualità. Sta a loro far parlare di sé, mettersi in discussione ed essere bravi come chi li ha preceduti. Mercato? Noi concentriamoci su quello che dobbiamo fare sul campo, che può riservare imprevisti anche a livello fisico. Ci sarà bisogno di tutti, cerco di non abbandonare o lasciare per strada nessuno. Il mercato aperto poi vediamo quello che può portare".

Si riparte - "Nel calcio serve dimostrare giorno dopo giorno, non conta quello che è stato ma quello che sarà. Io inizio quest'anno una nuova esperienza, quella europea, che ho sempre voluto e sognato. Ora coltivo altri sogni, che collimano con quelli di questa piazza, che merita di giocare su palcoscenici importanti. E' una bella sfida anche per me. Non mollo mai in partitella, pensate quanto sono carico adesso".

Cremonese - "So cosa vuol dire essere una neopromossa, conosco Alvini e dovremo cercare di essere attenti come lo saranno loro, facendo valere la nostra qualità e il nostro fortino, che nella scorsa stagione è stato un punto di forza".

Mondiale - "Ci aspettano tre mesi di apnea, sui quali dobbiamo concentrarci senza pensare troppo oltre. E' una situazione nuova per tutti, sarà necessario mettere fieno in cascina. Il presidente? Siamo stati tutti felicissimi quando lo abbiamo visto arrivare, ha come tutti noi una grande voglia di partire con il piede giusto e ci ha spronati perché cercassimo di essere ancor più bravi di quanto abbiamo già dimostrato".

Obiettivo - "Confermarsi. Abbiamo fatto qualcosa che forse nessuno si aspettava, siamo cresciuti come collettivo e quindi dobbiamo cercare di migliorare tutto ciò che potremo migliorare. Dovremo essere più scaltri, perché ora siamo una realtà e gli avversari ci affrontano tenendone conto".

Squadra - "Rientrano Duncan e Gonzalez, ma non avremo Igor che non voglio rischiare a causa di un affaticamento muscolare".

Mandragora mezzala - "Sì. si può fare, ha un gran tiro e ne ho parlato con lui, lo avete visto contro il Qatar e lo rivedremo".

Migliorare ancora - "Ventidue punti rispetto all'anno prima sono tanti, ripetere questo dato e arrivare a 84 penso sia complicato (ride, ndr). Non dobbiamo guardare a questo, ma al nostro entusiasmo, al nostro furore".

Jovic - "E' un 9 che sa anche rifinire, credo sia un attaccante completo. Nel momento in cui tornerà al top della forma sarà per noi un valore aggiunto, come Cabral che vedo in crescita. Luka ha una opportunità grandiosa in una piazza che lui stesso reputa importante, viene a inserirsi in una struttura di livello e deve solo sbloccarsi a livello fisico e mentale".

Sottil - "Se si allena come si è allenato in questo mese, farà molto meglio dell'anno scorso. Se non lo fa, se non pone attenzione ai dettagli, avrà difficoltà. E' riuscito ad andare in gol nel precampionato, ha doti importanti e questo per me vale i top player in giro per il mondo. Se è intelligente, e lo è, sfrutterà questa annata. Abbiamo fiducia in lui".

Dodò - "Il primo allenamento dopo sette mesi lo ha fatto a Innsbruck 15 giorni fa, è in ritardo e sarebbe strano il contrario. Aspettiamo anche lui, avete visto che motore è".

I ragazzi sognano la Champions - "E' un bene, mi fa piacere, ma non prendetela come una cosa ufficiale, non ne abbiamo parlato con la società. Non sarebbe giusto metterla come obiettivo, sarà un campionato difficile".

Rigorista - "Rimane la regola del 'batte chi se la sente', ma credo sia avanti Gonzalez, che ha dimostrato freddezza in precedenza".

Quota gol - "Ogni attaccante lavora per segnare, e sapete a chi mi riferisco con il termine attaccante, cioè anche agli esterni. Dobbiamo cercare di ottenerli da tutti, mezzali, regista, palle inattive. 45 Sottil, 74 Jovic, 96 Cabral e si arriva presto a mille, io mi auguro questo, ma mi serve che tutti abbiano voglia di andare oltre i limiti".

Milenkovic - "Il popolo viola deve essere felice della sua scelta. Poteva ambire a qualcosa di diverso, ma ha deciso di continuare a sognare con questa maglia ed è una soddisfazione, per me ma anche per tutti. Deve ancora migliorare, guai se si adagia perché è giovane e lo sa anche lui. L'anno scorso quando sono arrivato faceva gol ad ogni corner, l'abbiamo fatto rimanere e non ha più segnato... per cui gli ho detto di riprendere quell'abitudine, lo ha nelle sue qualità e repertorio, mi auguro che anche lui abbia voglia di crescere e migliorare insieme a tutti noi".

Federico Targetti
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO

Chiesa

🎙� Vincenzo Italiano 🗣�
#ForzaViola #Fiorentina #ACFFiorentina
- AMORE MIO - LA LUCE DEL MATTINO